Viadana è un comune di 17.691 abitanti della provincia di Mantova sulla riva sinistra del Po.

Il toponimo sembra derivare da Vitaliana, dalla proprietà fondiaria di un Vitellius. La provincia di Mantova è ricca di realtà culturali e paesaggistiche: San Matteo delle Chiaviche si trova alla confluenza dei fiumi Po e Oglio. È famoso il ponte delle barche che attraversa il fiume Oglio in corrispondenza della confluenza nel Po. Cicognara, la frazione più occidentale del territorio viadanese (confinante con il territorio del comune di Casalmaggiore) e la seconda in ordine di abitanti (dopo Cogozzo), è diventata famosa ovunque per il grande spirito imprenditoriale che ne ha fatto una realtà industriale di rilievo, potendo contare su diverse decine di piccole e medie aziende che offrono lavoro a molte persone del comprensorio Oglio-Po.

Già attiva all'inizio del XX secolo per la produzione di scope di saggina (mestiere oggi praticamente scomparso in loco), Cicognara dopo la metà del secolo scorso si è affermata nella produzione di pennelli. Il simbolo del paese è una cicogna su un lembo di terra che rappresenta l'Insula Cicunaria, isola sulla quale sorse il nucleo abitativo e separata dalla terraferma per le continue alluvioni e il corso irregolare del fiume Po, diversamente da come oggi si presenta. Esiste pure un motto in latino "CICOGNARA ET COGOZZO ESSENTI" (solitamente accompagnato dall'emblema della cicogna), che deriva dall'esenzione delle tasse accordata a Cicognara (e Cogozzo appunto) fin dai tempi del re longobardo Desiderio e mantenuta fino al XVIII secolo.


Sul territorio è stato rinvenuto un cippo di epoca romana e il monastero di Santa Giulia (patrona del paese) di Brescia è stato padrone del territorio per molti secoli.